CHI SIAMO

Cari Amici e Amiche, nella nostra regione i malati di Parkinson superano le tremila unità.

La nostra Associazione ha bisogno di aiuto; se si combatte tutti insieme è più facile.

L'intento è quello di trasmettere correttamente tutte le informazioni sulla malattia, diffondere la cultura e l'attenzione verso tutti gli aspetti che possano aiutare a migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Facciamo in modo che il nostro aiuto, in qualsiasi modo esso avvenga, aumenti la speranza di chi è colpito dalla patologia e sopratutto le persone che seguono lo stesso percorso del malato, per aiutarlo.

L'associazione "Parkinson Sardinia" chiede e crede nel sostegno vostro per portare avanti l'attività e aumentare l'efficacia del suo operato.

Associatevi... grazie!

Tieni sotto controllo i sintomi

I sintomi della malattia di Parkinson cambiano da persona a persona e spesso si manifestano diversi anni prima di una diagnosi conclamata. I primissimi segnali possono essere infatti blandi e passare inosservati.

Molti pazienti notano come primo sintomo il tremore di riposo ad un lato del corpo (principalmente la mano).

    Eccone alcuni:

 

1.   Perdita dell’olfatto: non sentire più odori e profumi è una prima

      manifestazione del morbo e quasi sempre l’ultima ad essere riconosciuta.

2.   Difficoltà nel parlare: la voce diventa più flebile e monotona; la bocca si

      irrigidisce e le parole si pronunciano male rendendone difficile la

      comprensione.

3.   Disturbi del sonno: difficoltà a prendere sonno e mantenerlo

      per gran parte della notte, interazione con i sogni. Stanchezza mattutina

4.   Sintomi motori: la funzionalità e i movimenti del corpo sono ridotti.

      Giungono i tremori, la rigidità, la lentezza nei movimenti, instabilità

      posturale.

5.   Disturbo dell'umore: nervosismo, preoccupazione, stress, apatia, ansia.

6.   Disturbi vescicali: aumento della frequenza urinaria.

      Difficoltà nel trattenere l'urina con conseguenti perdite.

7.   Disturbi cognitivi: deficit di attenzione, concentrazione e memoria;

      nelle fasi avanzate della malattia sopraggiungono allucinazioni e deliri

8.   Dolore: crampi dolorosi mattutini, dolori nucali, alla spalla, al collo e

      alle braccia. Formicolio, sensazioni sgradevoli, cadute e relative

      conseguenze

9.   Disturbi intestinali: problemi intestinali, gas, aumento della salivazione,

      difficoltà di deglutizione, stipsi, diarrea.

      Regolamentazione dell'organismo modificato.

10. Altri sintomi: modificazione della scrittura che diventa piccola e

      divergente, pallidezza, deficit visivo, sensoriale e auditivo.

      Affaticamento. Mancanza di espressione facciale

Copyrights 2020. All Rights Reserved.